Alberto Nemo è tra i 16 finalisti di Musicultura 2018. Il cantante, polistrumentista e compositore rodigino è stato scelto dalla commissione d’ascolto del festival dedicato alla grande musica d’autore, arrivato alla 29esima edizione e conosciuto fino al 2004 come Premio città di Recanati: Nemo ha percorso l’iter delle audizioni live sul palco della Filarmonica di Macerata, dove in 11 serate sono stati ascoltati gli artisti selezionati tra gli oltre 800 che lo scorso novembre s’erano iscritti al concorso. La commissione d’ascolto è stata coadiuvata da una giuria composta da studenti degli atenei di Macerata e di Camerino, e ora per i sedici finalisti arriverà il momento di essere presentati, in primavera, con un concerto in anteprima nazionale al Teatro Persiani di Recanati. Contemporaneamente Musicultura produrrà il cd compilation della 29esima edizione con le canzoni finaliste, che sarà possibile ascoltare su Radio 1 Rai. Al Teatro Persiani, i 16 finalisti saranno ascoltati dal Comitato artistico di garanzia, composto da 26 tra i maggiori cantautori e artisti italiani, come Gino Paoli, Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, Ron e Antonello Venditti: a cinque dei 16 artisti in gara scelti dal Comitato, se ne affiancheranno due selezionati dal pubblico con una votazione online, e un altro scelto dalla stessa Musicultura, per la finalissima in programma in tre serate dal 14 al 17 giugno all’Arena Sferisterio di Macerata. Qui, gli otto vincitori del concorso saranno affiancati da ospiti italiani e artisti di spicco della scena internazionale, per regalare al pubblico del festival esibizioni e collaborazioni di rara intensità. Le emozioni non mancheranno anche per gli organizzatori, perché quest’anno a condurre la finalissima non ci sarà Fabrizio Frizzi, che dal 2009 era stato il conduttore delle serate finali di Musicultura per nove edizioni consecutive: una striscia che era culminata, un anno fa, con la diretta televisiva in prima serata sue Rai 1.